Menu
Skip Navigation LinksHOME PAGE » NOTIZIE » DETTAGLIO NOTIZIA
NEWS
VENETO CUP: A TORRE DI MOSTO ARRIVO IN PARATA PER FRANZOI E CASAGRANDE, BRILLANO MARIKA TOVO E GIADA SPECIA

MTB CAMPIONATI 18/09/2017

Comunicato Stampa


VENETO CUP: A TORRE DI MOSTO ARRIVO IN PARATA PER FRANZOI E CASAGRANDE, BRILLANO MARIKA TOVO E GIADA SPECIA
Qualità e quantità insieme per la finale Veneto Cup, continua il percorso del Trofeo d’Autunno.


Appuntamento per le premiazioni a Tarzo, Sabato 7 Ottobre



Veneto Cup, la Finale a Torre di Mosto, Trofeo Ducale magistralmente curata dai Velociraptors. Una giornata ricca di contenuti e onorata da presenze di grande spessore che come sempre si sono ritrovate in semplicità e  sportività con i tanti atleti che arricchiscono questo finale di stagione Cross Country e i due campionati XC del Veneto che si uniscono qui, ognuno con la propria funzione.

La giornata è bella, sole che disperde le nebbie mattutine ben prima della partenza, e clima ideale nonostante le previsioni meteo.

In gara 1 un parterre importante: per dare un’idea sono 42 solo gli open man a prendere il via, con individualità di rilievo. Nella femminile due atlete giovani reduci rispettivamente dalla "top four” e "top twelve” dei recenti mondiali in Australia, senza dimenticare neanche un momento tutti gli altri che hanno dato anima e corpo alla gara.

Parte alla grande gara 1, lecito attendersi tanti "trenini” che effettivamente nelle prime fasi si formano e viaggiano veloci, ma nei momenti decisivi il percorso vario nonostante le modeste altimetrie realizzato dai Velociraptors, dà modo ai migliori di prendere iniziative decisive. Il treno dei migliori di testa si mantiene compatto poco più di un giro, poi sono i più attesi a prendere il largo in coppia: Enrico Franzoi e Michele Casagrande fanno valere la riconosciuta caratura procedendo di buon accordo da compagni di squadra e arrivando insieme, in parata, affiancati, con Franzoi che coglie il successo insieme a Casagrande dopo qualche gara in cui vari inconvenienti glielo avevano negato. Podio Elìte tutto arancio-Damil GT Trevisan con Domenico Valerio che coglie il terzo gradino regolando di stretta misura Marco Ponta. Quinta piazza assoluta per il miglior Under 23, ancora Adaos Alvarez Franco Nicolas che replica la condotta di gara di Selva di Trissino, con un avvio prudente e una progressione finale. Gli altri due posti del podio under sono per Simone Segat e Matteo Vidoni, dopo che un po’ tutti i contendenti di categoria, compresi Lenzi, Pellizzon si erano mostrati attivi nelle prime posizioni e nell’inseguimento al duo di testa.

Nella femminile brillano, e da molto non è più una sorpresa, le nostre due migliori junior, tornate "in famiglia” da Cairns. Nelle prime fasi è Jessica Pellizzaro a condurre le danze, ma presto Marika Tovo allunga seguita a breve da Giada Specia verso il successo finale e la seconda piazza di categoria e virtuali "assolute” femminili,  portando al traguardo la maglia tricolore junior e i tanti successi e piazzamenti internazionali stagionali di entrambe. Jessica Pellizzaro coglie il primato elìte e dietro di lei la miglior masterwoman Alessandra Teso sempre ad alti livelli. Il podio junior è completato da Gaia Pagotto, quello elìte da Noemi Pilat ed Anna Lirussi, quello masterw da Paola Maniago e Tamara Fabbian.

Una coppia di compagni di squadra si fa valere anche tra gli juniores man: gara di casa insieme per Federico Ceolin  e Ramon Vantaggiato, Velociraptors, mentre per la terza piazza Christian Martinuzzi conferma una volta di più un ottimo rendimento stagionale, precedendo Matteo Dalla Vecchia.

Tra i Master Elite ennesimo successo per Gregorio Rech, con Gianluca Giraldin che "tiene” il distacco veramente contenuto e un’ottima seconda piazza su Flavio Vogrig. M1 al fratello Denis Vogrig con margine su Mirko Furlan e Diego Bruna. Successo travagliato per Andrea Tonel tra gli M2: se ne va deciso, poi rompe il canotto sella, lo sostituisce al volo, riprende la testa, altra fermata breve per regolarlo almeno un po’ e alla fine meritata vittoria davanti a Federico Mantovan e Rudi Zanussi. Nella M3 continua il "filotto” di successi per Nicola Terrin, stavolta su Marco Agricola e Luca Kogler. M4 ancora a un favorito d’obbligo, se la aggiudica Antonio Tasca davanti a Fausto Pasquali e Boscolo Massimo Cucco. Non cambia la musica tra gli M5: è ancora Paolo Alverà ad alzare le braccia al cielo, lo seguono da vicino Roberto Morandin e appena più in là Claudio Candido. Ci sono dei "segnali” stagionali: che stia per arrivare la stagione del ciclocross lo capiamo anche da Giuseppe Dal Grande che forte della sua storia ed esperienza torna in forma nel periodo giusto e vince la M6 dove conferma l’ottima condizione anche Giuseppe Clementi alle sue spalle, seguito da Maurizio Borsato. A questo punto non può mancare il successo di Fabrizio Stefani tra gli M7 che completa la lista dei master pronosticati e vincenti, con lui sul podio Erminio Bolognesi e Daniele Formenton.

E i giovani? Ci sono … ci sono … tanti ed agguerriti. Parte gara 2 per esordienti e allievi.

In testa gli allievi 2° anno non si risparmiano, ci danno dentro forse anche un po’ di più del normale … il trenino dei migliori viaggia forte ma dopo metà gara si sfilaccia sotto l’azione di Lorenzo Faoro che coglie un successo brillante, davanti a Giacomo Chiumenti e Cristian Bernardi. All’arrivo i distacchi sono sempre contenuti ma un filino di più di quello cui siamo abituati, qualche secondo, le facce sono quelle di chi ha tirato fuori tutto quello che aveva.

Più "tattica” la corsa dei primo anno, se la aggiudica con lo spunto finale Gianni Vazzola davanti ad Eric Mendo ed Enrico Bongiovanni, ma c’è da dire che il distacco tra i primi 8 di categoria è appena sopra i 10 secondi.

Tra le ragazze allieve gara tutta di testa e successo per Camilla Cassol su Erica Campagna e Arianna Tavella.

Assieme e loro per tutta la gara, in un bel gruppo, ma con l’arrivo un giro prima le esordienti: spunto finale di Elena Tomasella che vince la categoria davanti a Camilla Cattai, molto attiva e Denise Faiola.  

Più "frizzanti gli esordienti 2° anno, tanto da avvicinarsi molto in gara, fino a immediato ridosso dei migliori allievi 1. Anche per loro la corsa si decide nelle ultime fasi dove si impone Matteo Sfregola su Riccardo Pivato e Fabrizio Perin.

Tra i primo anno sono in 4 a condurre per tutta la gara, alternandosi. L’allungo decisivo è di Mattia Marini che prende un leggero vantaggio per il successo, seguito di stretta misura da Lorenzo Baitella mentre per la terza piazza Federico Mazzucco sprinta su Federico Saccon.

Felicemente archiviata la stagione con la prova finale Veneto Cup, per tutti, "grandi” e Kids, società famiglie ed appassionati l’attesa si trasferisce all’evento conclusivo: le premiazioni della stagione che si terranno a Tarzo nella prestigiosa sede dell’Auditorium Banca Prealpi, sabato 7 ottobre e dove i vincitori Veneto Cup vestiranno finalmente le maglie realizzate da BykE Ciclismo Tricolore.

 

Seguici su Facebook   https://www.facebook.com/Venetocup/



Galleria fotografica immagini associate (1 immagine presente)








TREVISOMTB - Via Kennedy, 13  -  31014 Colle Umberto (TV) - info@trevisomtb.it - P.IVA 04103090264
Ultima modifica: 18/11/2017 - 11.17